Spesso ci si trova in imbarazzo ad usare il bagno a casa di qualcun altro, principalmente per paura di lasciare cattivi odori. Ma se fosse il bagno a lasciare cattivo odore?

Ecco alcune dritte su come eliminare il cattivo odore in bagno, da provare in casa e da consigliare a tutti.Ricordando, sempre, che ogni causa del cattivo odore che non sia qualcosa su cui possiamo intervenire direttamente va sottoposta al parere di esperti di pulizie, ecco alcuni consigli. Nonostante possa sembrare ovvio e scontato il bagno ha bisogno di continue ed intense opere di pulizia, sia per l’estetica, sia per i germi, sia per l’odore, per questo tipo di pulizia è disponibile una vastissima gamma di prodotti in varie fragranze che permettono di avere, almeno temporaneamente, l’aria fresca e profumata in bagno.

Continue reading

Le macchie gialle dei vostri sanitari sono il vostro più acerrimo nemico? Avete utilizzato tutto l’olio di gomito in vostro possesso senza risultato?

Una pulizia regolare e approfondita permetterà di mantenere un’igiene perfetta e di eliminare quelle orribili macchie gialle dai sanitariUtilizzare prodotti industriali, come candeggina o acido muriatico, a volte potrebbe solo peggiorare la situazione, rimedi più naturali sono sicuramente una valida alternativa. Basta versare un paio di cucchiai di bicarbonato su tutti i sanitari: sui lati del wc, del bidet e del lavandino, strofinando con lo scopettino o una spugna su wc, bidet e lavandino. Dopo aver eliminato le macchie gialle è possibile lucidare con un po’ di cera. Per farli risultare sempre bianchi, puliteli spesso con l’alcool. Le macchie gialle possono inoltre essere eliminate con l’utilizzo di mezzo limone o, se troppo resistenti, con un impasto di polvere di pomice e succo di limone. I buchi degli scarichi invece possono essere ripuliti dalle macchie gialle con un bastoncino di ovatta imbevuto di acido muriatico o di candeggina. È importante ricordarsi di pulire spesso lo spazzolino del wc con acqua e candeggia o con candeggina pura.

Continue reading

 

tende-da-sole-economiche_NG2

Smog e intemperie sono i nemici numero uno delle tende da sole: vi spieghiamo come pulirle.

Le tende da sole del vostro terrazzo oltre a rendere più graziosa l’abitazione sono anche molto utili per riparare dal sole e dal caldo opprimente di certe giornate afose. Per tenerle sempre curate e come nuove, necessitano di costante pulizia. Non è raro purtroppo vedere graziosi terrazzi, imbruttiti da tende da sole che gridano vendetta: sporco e muffa depositati su gran parte della superficie conferiscono un aspetto decisamente poco curato. E allora come fare per pulirle al meglio senza perdere troppo tempo e faticare in modo eccessivo? I nemici numero uno delle tende da sole sono lo smog e le intemperie. Basta un acquazzone piuttosto violento per macchiarle. E’ anche vero che se vengono costantemente pulite, lo sporco depositato dal temporale improvviso, risulta essere più facile da rimuovere. A questo punto munitevi di un battipanni e passatelo sulle tende con vigore, fino a eliminare tutta la polvere.

Continue reading

www.martinabarbon.com

Divani, sedie e tappeti. Il segreto per pulire la tappezzeria.

Vi sarà sicuramente capitato di versare qualche bibita sul divano o sul tappeto, o di scoprire una macchia sulla carta da parati o sulla moquette di casa vostra. Se non si tratta di rivestimenti sfoderabili da infilare in lavatrice a 60°, pulirli diventa davvero una sfida. Acqua e sapone non riusciranno a smacchiare la tappezzeria, anzi, probabilmente, amplificheranno il problema e la macchia. Il primo passo è controllare l’etichetta del tessuto che si deve pulire. Questa è ovviamente una verifica possibile solo nel caso di divani e tappeti, ma non in caso di carta da parati e moquette. Dopodiché alzatevi le maniche e seguite i consigli che seguono. Primo accorgimento: bisogna sapere che non appena la tappezzeria si macchia – quale che sia la sostanza – è necessario pulire immediatamente con carta assorbente. Fatto questo, per evitare che la macchia si diffonda, versate un po’ di talco sulla superfice e lasciate riposare. Quando si sarà asciugato, rimuovete il talco con una spazzola.

Continue reading

Argento di nuovo lucido EasyFeelBellaDonnae brillante dopo le terme.

Cosa c’è di meglio che concedersi una pausa rilassante e ristoratrice alle terme? Se però avete scordato di togliere braccialetti, anelli, orecchini o collanine d’argento prima di immergervi nelle benefiche acque termali, il rischio che il vostro argento si sia ossidato è davvero molto alto; infatti è un materiale piuttosto delicato, che se non sottoposto alle cure necessarie è soggetto a ricoprirsi di una patina nera che gli toglie brillantezza. Ecco allora come pulirlo! Se non volete ricorrere ai numerosi detergenti chimici o ai prodotti spray o in crema presenti in commercio, ci sono numerosi tradizionali “rimedi della nonna” più naturali ed economici.

Continue reading

EasyFeelBarbecue


Che bello organizzare un barbecue a casa,
ma che fatica pulire dopo una grigliata!

Trucchi e rimedi:

Diciamo la verità, spesso ci farebbe piacere organizzare un barbecue a casa, magari tra amici, parenti, colleghi o vicini di casa, ma spesso l’idea di dover risistemare e di dover pulire dopo  frena il nostro entusiasmo! In effetti, pulire il barbecue è un’operazione faticosa e noiosa. Ecco allora alcuni consigli pratici per rendere il vostro barbecue pulito ed igienizzato dopo una grigliata a casa vostra.

Cosa fare:

La prima cosa da fare è quella di spazzolare in maniera energica la griglia del barbecue con un’apposita spazzola dalle setole dure. In commercio ne esistono di tipi e prezzi differenti. Potete passare la spazzola “a secco” oppure usare uno spray specifico. Un consiglio utile è quello di immergere le setole della spazzola in acqua e aceto bianco o acqua e limone. Sia l’aceto che il limone sono, infatti, degli ottimi disincrostanti ed igienizzanti naturali che vi aiuteranno a pulire in maniera semplice, veloce e soprattutto non tossica e non dannosa per l’organismo.

Continue reading

eAsyFeelFrigorifero


Problemi di ghiaccio nel vostro frigorifero? Ecco come sbrinare il frigorifero in modo semplice e veloce. Trucchi e rimedi fai da te per sbrinare il frigorifero.

Spesso, soprattutto nel frigorifero di vecchio tipo che non dispone della tecnologia “no-frost”, può capitare di notare del ghiaccio sul fondo e sulle pareti dell’elettrodomestico. La sua formazione è dovuta alla differenza di temperatura tra l’aria interna del frigo e quella dell’ambiente estero. Quando il ghiaccio è davvero tanto, ciò può essere causato da guarnizioni che perdono o da una ventola interna mal funzionante. In questi casi serve l’aiuto di un tecnico che possa sistemare il malfunzionamento delle componenti interne o delle guarnizioni isolanti del frigorifero.Generalmente invece, sbrinare il frigorifero è un’operazione di manutenzione ordinaria che andrebbe fatta periodicamente per assicurare sempre un buon livello di conservazione dei cibi.

Continue reading