www.martinabarbon.com

La cucina è la l’ambiente della casa più frequentato, è quello dove si cucina, si frigge e molto spesso la sola cappa aspirante non basta a togliere gli odori sgradevoli e a non far depositare quella patina di sporco sui muri o sulle mattonelle. Quando si tratta di pulire la cucina ognuno di noi sfodera tutti i trucchi che possiede anche perché le cose da pulire sono tante, fornelli, mobili, soprammobili, forno, frigorifero. Ma vediamo come procedere con questa operazione che seppur faticosa dà grandi risultati e soddisfazioni.

Come pulire i vari tipi di cucine

Le cucine in acciaio sono la croce e la delizia di tutte le donne che amano questo tipo di arredamento, che però ha bisogno di una manutenzione costante, in quanto si sporca facilmente. Oltre ad essere molto delicate, si è anche in continua lotta con le impronte che si lasciano dappertutto e bisogna sempre stare a pulirle per farle risplendere. Per pulire questo tipo di cucina senza dannarsi, bisogna bandire tutti i prodotti detergenti acidi e le spugnette abrasive che corrodono le superfici e le graffiano.

Continue reading

Come pulire in modo facile e veloce le tapparelle

Con l’arrivo della bella stagione, ci attende al varco uno dei lavori domestici più odiati da tutte le casalinghe del mondo: La pulizia delle persiane o delle tapparelle.Chi di noi ha mai intrapreso questa faccenda domestica con piacere e felicità? Le persiane e le tapparelle in qualsiasi materiale siano realizzate, raccolgono più sporco di quanto si possa immaginare e sono molto difficili da pulire per la loro forma. Inoltre, con lo smog, la polvere ed in alcuni casi la fuliggine dei camini, si annidano tra le fessure delle tapparelle, provocando incrostazioni che tendono ad indurirsi e sono difficili da rimuovere. Ma come pulirle in modo pratico e veloce, senza stremarsi ed ottenendo un ottimo risultato?

Come procedere alla pulizia delle tapparelle

Per prima cosa, dobbiamo spolverarle benissimo soprattutto prima di usare l’acqua, altrimentil’acqua e la polvere formeranno una poltiglia ancora più difficile da togliere. Dopo aver chiuso le persiane, con l’aiuto di una scopa o di un panno morbido spolvereremo tutta la tapparella, anche all’interno delle fessure, che sono le più odiose da pulire.Per lavarle occorrerà armarsi di una bacinella colma di acqua tiepida mescolata ad un detersivo sgrassatore, un panno morbido, ma anche di tanta pazienza, perché l’operazione è ripetitiva e soprattutto se si abita in città, lo smog regala sempre uno strato di polverina nera, che è sempre molto difficile eliminare. Dopo aver insaponato tutta la superficie con il panno morbido imbevuto di acqua e detersivo, per eliminare le incrostazioni più ostinate e dure, ci si potrà aiutare con una paglietta saponata facendo attenzione a non strofinare troppo per non graffiare la tapparella.Quest’operazione bisognerà ripeterla tante volte finché la tapparella non sarà perfettamente pulita, cambiando l’acqua più volte e soprattutto senza l’aggiunta di nessun detergente.

Continue reading

www.martinabarbon.com

Smettere di usare il ferro da stiro non è un’utopia. Quel mondo senza asse da stiro e ore persea sudare su una camicia ribelle esiste ed è alla portata di tutti. Ecco svelati i trucchi che vi faranno smettere di stirare per sempre e quindi vivere più felici ma pur sempre vestiti in modo ordinato e decoroso. Il primo segreto è quello di fare attenzione ai dettagli, curare ogni passaggio dal lavaggio alla piegatura finale, solo così sarà possibile avere abiti stirati senza usare asse e ferro.

All’origine di tutto.

Il lavaggio è il primo passaggio importante, attenzione al tipo di programma che si sceglie.  Ok che ci tenete ad avere tutto pulito, ma non serve sempre usare il programma più tosto che la lavatrice vi propone. Soprattutto non serve tenerla al massimo, perciò riducete il numero di giri della centrifuga, 800 bastano e avanzano, e usate programmi abbastanza brevi. È possibile che la vostra lavatrice sia dotata dell’opzione “stiro facile”, se c’è fa al caso vostro, perciò selezionatela. Quando il lavaggio è terminato, non lasciate il bucato appallottolato nella lavatrice, ma andate diretti allo stendino senza passare dal via.

Continue reading

www.martinabarbon.com

È inverno. Già sei depresso perché è freddo, le giornate sono grigie e buie e piove. A peggiorare l’umore ci si mette anche il bucato, l’hai appena tolto dallo stendino ma puzza peggio di un cane che è stato tutto il pomeriggio sotto la pioggia (almeno a lui la pioggia piace). Ora, la frustrazione è tanta, perché hai passato mesi per capire come usare la lavatrice in modo impeccabile. Hai imparato a tue spese che basta un calzino blu per colorare di celestino tutte le magliette bianche e da allora il tuo salvavita sono quei magici foglietti acchiappa colore che vendono al supermercato. Hai da poco scoperto che se la lavatrice ha un programma “lana” c’è un perché e che le etichette con le indicazioni di lavaggio sul maglione di cachemire possono salvarlo da un restringimento certo. Insomma, la lavatrice da qualche tempo è tua amica e non ti costringe a sostituire il tuo guardaroba ogni due settimane. Ma l’inverno è arrivato e di colpo la tua bravura con il bucato viene messa alla prova, perché dopo tutta la fatica fatta, dopo aver tolto anche le macchie più difficili senza danni ai vestiti, ecco che una volta asciutti questi puzzano, a volte in modo plateale, a volte di quell’odore subdolo che senti solo quando te li rimetti addosso.

Continue reading

www.martinabarbon.com

Attenzione: questo articolo non è adatto a casalinghe esperte in cerca di segreti occulti dell’igiene, questo articolo vuole essere d’aiuto a tutti coloro che hanno poco tempo e poca esperienza in fatto di pulizie domestiche.Pulire è un’incombenza che tocca a tutti prima o poi nella vita. E anche se il livello di pratica è più che sufficiente, quando manca il tempo, le faccende domestiche diventano un vero e proprio problema da gestire che tolgono momenti preziosi ad altri impegni e al meritato relax.Come fare allora quando si decide di dare una bella pulita alla casa ottimizzando il tempo a disposizione?La prima soluzione, la più facile quando le pulizie sono davvero urgenti e manca il tempo a disposizione, è chiedere il servizio di pulizie NOW (link) di EasyFeel, prenoti e in due ore al massimo lo specialista delle pulizie è a casa tua.Se invece hai più tempo e vuoi seguire delle regole generali da applicare ogni volta che devi pulire casa allora leggi questi 5 consigli.

Continue reading

www.martinabarbon.com

È una bella giornata di sole, ma tu dalla finestra non riesci a distinguere la signora che passeggia in pelliccia dal bidone della raccolta carta poco distante. Capisci che non hai bisogno di una visita oculistica, ma che è giunto il momento di pulire i vetri delle finestre.La pulizia dei vetri e degli specchi è una tra le faccende più odiate tra i non professionisti del settore delle pulizie. Ma prima o poi arriva per tutti il giorno in cui bisogna fare i conti con le macchie, gli aloni e le ditate che “decorano” le finestre.Come fare una buona pulizia dei vetri (vale anche per gli specchi) senza diventare pazzi e senza lasciare ulteriori aloni? Niente panico, ci sono vari metodi per pulire le finestre e i vetri in generale. Alcuni sono sistemi fai da te molto economici ed ecologici, altri vi stupiranno per la semplicità.

Il metodo del giornale

Sveliamo da subito il vero segreto per ottenere vetri puliti, senza aloni e senza pulviscoli. Il miglior strumento che puoi usare è la carta da giornale. Perciò recupera pure vecchie copie dei quotidiani e tienile nell’armadietto dei prodotti per le pulizie.

Continue reading

– La pagina Facebook “Il CDM” dà il via ad un contest straordinario che ti garantisce un respiro di sollievo dalla

   sporcizia lasciata dal tuo coinquilino. In palio per il vincitore un mese di pulizia gratis, quattro turni da due ore l’uno!

– Lo sviluppo del contest si articola nel mese di marzo, aprile e maggio in una serie di post pubblicati dalla pagina Facebook “ Il CDM”.

– Il contest è cosi strutturato: pubblicheremo quattro fotografie con il logo di EasyFeel. Fra i commenti di queste

  quattro foto, sceglieremo quello con più like in assoluto. L’autore si becca un mese di pulizie gratis: quattro turni da due ore l’uno.

– Il commento che totalizza più like in assoluto sulle quattro foto vince un mese di pulizia domestica completamente gratuito.

   Il vincitore sarà stabilito dopo 72 ore dalla pubblicazione dell’ultima foto.

– In caso di foto particolarmente meritevoli, ci riserviamo la possibilità di premiare l’autore con delle pulizie gratuite!

– Il vincitore dovrà registrarsi sul sito EasyFeel, inserire i suoi dati e procedere alla prenotazione di un servizio di

  pulizia selezionando il giorno e l’orario che preferisce.