Come sturare lavandino metodi naturali

Sturare il lavandino con metodi naturali: vi spieghiamo come fare.

Per ottenere un buon risultato è consiglibile sturate il lavandino di casa una volta al mese.

Il lavandino del vostro bagno da qualche giorno fa le bizze e non scarica più. Prodotti in commercio per sturarlo ce ne sono in quantità industriale, ma sarebbe preferibile usare prodotti naturali. A lungo andare infatti, l’uso di prodotti chimici potrebbe causare danni seri alla salute.

Quali metodi allora utilizzare per risolvere il problema in modo efficace del lavandino otturato? Iniziamo con il classica ventosa stura lavandini. Versate dell’acqua in una pentola e fatela bollire. Prendete la ventosa, appoggiatela sull’imbocco del lavandino e premetela verso il basso per fare pressione. Una volta portata e ebollizione, versate l’acqua un pochino alla volta. Il calore smuoverà l’otturazione del lavandino. Se l’ingorgo dovesse essere particolarmente resistente, prendete un ferro o un bastoncino e spingete verso il basso. In pochi minuti sentirete il classico rumore dello scarico disotturato. Se non avete la ventosa o preferite non usarla, preparate un composto naturale con acqua bollente, 150 grammi di bicarbonato di sodio e 150 grammi di sale fino. Mescolate bene e versatelo direttamente nel lavandino. A questo punto versate ancora un litro e mezzo di acqua bollente che servirà ad attivare il composto. In meno di una manciata di minuti il lavandino del vostro bagno scaricherà in modo perfetto. Onde evitare nuovi intasamenti si consiglia di ripetere l’operazione una volta al mese. Avete lo stesso problema anche con gli altri lavandini di casa?

Se vi manca il tempo di provvedere a questi lavori e ad altre faccende domestiche, rivolgetevi a EasyFeel, i professionisti del pulito. Personale esperto e di lunga esperienza vi solleverà dall’incombenza dei lavori di casa.

Rossella Biasion

Written by Redazione

Leave a Comment